Nei rapporti sociali con le altre persone, la cura dell'aspetto esteriore risulta essere fondamentale. Tuttavia, ció rappresenta un elemento ancora piú importante se connesso anche al proprio benessere. Uno splendido sorriso, ad esempio, non solo è bello da vedere ma denota anche una certa cura dei denti ed in generale della propria bocca. E questo si ottiene anche grazie ad un'igiene orale costante ed attenta nel corso del tempo, sin dall'infanzia. Questo aspetto, negli anni, ha acquisito sempre piú importanza, di pari passo con la maggiore attenzione al benessere fisico.

I denti e la bocca infatti rappresentano una delle parti piú belle del nostro corpo, ma anche purtroppo tra quelle piú fragili e vulnerabili a diverse problematiche. L'assunzione periodica di alimenti o bevande eccessivamente acidi o con considerevole presenza di zuccheri (si pensi, ad esempio, alle tradizionali e celebri bibite gasate) possono creare le condizioni ideali per l'insorgenza di problemi dentali o gengivali, se non vi si accompagna una corretta igiene orale e l'uso di relativi prodotti o strumenti adeguati.

Sappiamo bene quanto sia importante un’accurata e meticolosa igiene della bocca, in particolare per evitare fastidiosi problemi legati a carie, alitosi e infiammazioni. Erroneamente si pensa che l’utilizzo di spazzolino e dentifricio sia sufficiente a mantenere sano e pulito il cavo orale, in realtà la loro azione è limitata. Lo spazio tra un dente e l’altro risulta piuttosto difficile da raggiungere e pulire, pertanto per una profonda pulizia andrebbero usati degli strumenti che per conformazione consentono di arrivare anche tra le piccole fessure, dove generalmente si annidano residui di cibo e che sono più soggette allo sviluppo di batteri.

Lo scovolino interdentale è studiato appositamente per risolvere questo problema: non sostituisce l’azione dello spazzolino bensì fa da coadiuvante per una profonda e corretta pulizia orale.

Come si usa e come è fatto lo scovolino interdentale?

In commercio esistono moltissime marche e modelli di scovolino interdentale, per scegliere quello adatto alle nostre esigenze è bene farsi consigliare dal proprio dentista in base alla misura dei nostri spazi interdentali. La testina dello scovolino interdentale è caratterizzata da una serie di setole che possono variare in lunghezza e consistenza, inserite in un filo metallico flessibile che può adattarsi durante l’uso alla conformazione della nostra arcata dentale, mentre l’impugnatura è simile a quella dello spazzolino da denti.

Utilizzarlo è piuttosto semplice, basta inserire la testina negli spazi interdentali e procedere con un movimento avanti-indietro finchè non si è certi di aver eliminato ogni residuo di cibo. Tra un passaggio e l’altro è consigliabile risciacquare lo scovolino interdentale. Una volta terminata l’operazione va riposto e coperto con cura per evitare che venga in contatto con batteri e germi. In genere se ne consiglia l’utilizzo una volta al giorno, preferibilmente alla sera quando si può procedere alla pulizia con più calma e tempo.

Il costo dello Scovolino per denti

Durante i primi giorni potrebbe verificarsi un leggero sanguinamento delle gengive, prevalentemente dovuto al fatto che lo scovolino interdentale oltre ad agire negli spazi tra un dente e l’altro esercita un leggera pressione/massaggio anche sulle gengive che in questi casi presentano un accumulo di placca. Lo scovolino interdentale non deve essere usato con il dentifricio in quanto la sua formulazione risulta troppo aggressiva, ma è possibile acquistare dei prodotti specifici in farmacia studiati appositamente.

Differenze con il filo interdentale: quale è meglio scegliere?

Spesso si fa confusione tra filo interdentale e scovolino interdentale rischiando di scegliere uno strumento poco adatto alle nostre esigenze. Entrambi vengono utilizzati e consigliati per effettuare una profonda pulizia orale, ma quale risulta più efficace? La risposta dipende esclusivamente dalla conformazione del nostro cavo orale e principalmente dalla misura delle fessure tra un dente e l’altro. Il filo interdentale è adatto a chi ha uno spessore ristretto, che quindi può essere pulito con uno strumento molto sottile. Lo scovolino interdentale al contrario va benissimo, data la struttura cilindrica con setole esterne, per spazi più larghi.

Il costo dello Scovolino per denti: misura corretta e sostituzione dello scovolino

È sempre consigliabile rivolgersi al proprio dentista prima di acquistare uno scovolino interdentale, così da poter scegliere sia la misura che la conformazione migliore per le nostre esigenze. Questo per evitare di prendere una misura troppo grande rispetto allo spazio presente che causerebbe una difficoltà nell’operazione di inserimento e uno stress inutile per denti e gengive, mentre una troppo piccola non servirebbe allo scopo di pulire in modo accurato gli accumuli di cibo e placca tra un dente e l’altro.

Il costo dello Scovolino per denti

Lo scovolino interdentale ha una durata limitata e va cambiato, soprattutto durante i primi tempi di utilizzo, piuttosto spesso. In genere dopo circa 10-15 giorni le setole che lo compongono risultano consumate, ma molto dipende sia dal livello di placca presente che dalla pressione che esercitiamo durante l’uso che potrebbe accelerare i tempi di sostituzione.

Il costo dello Scovolino per denti

Il costo dello Scovolino per denti

Per le persone interessate all'acquisto di tale strumento, questo è possibile trovarlo nelle farmacie oppure nei grandi supermercati, tuttavia sarebbero preferibili le prime, in quanto vi si trovano prodotti maggiormente specifici e di ottima qualitá, sia pur magari con prezzi lievemente piú alti. Si possono acquistare sia singoli scovolini che quelli con diversi ricambi. Inoltre, vi sono in commercio anche quelli da viaggio, utilissimi da usare quando si è fuori casa e non si vuole rinunciare alla pulizia accurata dei propri denti.

Per quanto riguarda i prezzi, questo prodotto risulta essere davvero poco costoso e quindi accessibile a tutti. In particolare, si va dai circa 2-3 Euro di quelli piú semplici fino ad arrivare agli 8-9 Euro di quelli piú grandi, di marche importanti e professionali, dotati di vari ricambi. Una spesa quindi davvero irrisoria per mantenere in perfetto stato la propria bocca e i denti nel tempo. Naturalmente, per ottenere quest'ultimo scopo, l'uso di tale strumento si deve affiancare a quello costante anche di altri.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Smalto dei denti: come prendersene cura quotidianamente

bambino che mostra lo smalto dei denti

Lo smalto dentale è ciò che ricopre tutti di denti, non è propriamente un tessuto quanto più un derivato tessutale che viene prodotto automaticamente dal nostro corpo durante l’amelogenesi da cellule.

Ricostruzione dei denti: come avviene questo processo?

Ricostruzione dei denti

Incidenti di vario genere, sport e anche cibi particolarmente duri possono mettere alla dura prova i nostri denti portando spesso a traumi, scheggiature, fratture e rotture che in qualche modo vanno trattati a dovere dai dentisti specializzati, attraverso un'attenta ricostruzione dei denti.