L’aspetto fisico è sempre stato e sempre sarà la prima cosa che ci interessa di più. La bocca, i denti oltre e gli occhi delle persone che ci sono difronte, sono le parti del corpo che più cadono sotto lo sguardo e quindi se ci sono dei difetti, di sicuro non potremo fare a meno di notarli.

I denti opachi o addirittura macchiati, creano a chi li ha, problemi non tanto fisici quanto psicologici, si teme anche, di aprire la bocca, non si accenna neanche a un sorriso per paura che gli altri possano notare la nostra quasi menomazione.

Pulire e igienizzare prima di tutto

Ecco perché è necessario ricorrere al dentista per effettuare un trattamento di sbiancamento dei denti. Sicuramente, molti penseranno leggendo, si ma chi paga? Certamente, si sa i dentisti non lavorano per nulla, giustamente dopo anni di studi e di esperienza meritano di guadagnare, anche perché il lavoro che svolgono è di immensa utilità, chi è quando abbiamo bisogno che ci salva da dolori lancinanti? Provare per credere.

Il medico per fare al proprio paziente una operazione di sbiancamento, procede per i denti vitali (cioè sani), con applicazioni di perossido di idrogeno con una concentrazione del 40% per circa 60 minuti, per 3 o 4 volte a settimana, a seconda del trattamento di cui ha bisogno. A questo trattamento di sbiancamento dei denti, il dentista se necessario associa l’uso del laser o di lampade.

Sbiancare dei denti devitalizzati (con dei prodotti che si trovano in farmacia come acqua ossigenata, bicarbonato)

Ricorrere allo studio di un medico chi può permetterselo è padrone di farlo, per l’estetica donne e uomini spendono cifre astronomiche in tutto il modo. Chi non può permetterselo può senz’altro ricorrere allo sbiancamento dei denti fai da te.

In cosa consiste e chi può farlo? Cominciamo dal capire quali sono i fattori che provocano l’opacità e le macchie. Prima di tutto con il passare degli anni, quando una persona invecchia, è normale che i denti non siano più bianchi e brillanti come quelli di una persona giovane.

Quando una persona giovane ha i denti macchiati o opachi, la cosa non è normale. Ma come si macchiano i denti? Quando mangiamo e mastichiamo, a seconda degli alimenti, delle sostanze e i colori che hanno, gli acidi che si creano per reazione chimica naturale, vanno ad intaccare lo smalto dentale che nece.

Alcuni accorgimenti per praticarlo da soli a casa: sai cosa compri? Occhio agli agenti chimici in commercio, soprattutto per i bambini

Sbiancare dei denti devitalizzati

Innanzitutto, per iniziare, mantenere sempre il cavo orale pulito. Gli esperti consigliano di lavare i denti almeno tre volte al giorno, ma essenziale ed importante è lavarli al mattino dopo aver fatto colazione e la sera dopo cena. Usare regolarmente filo interdentale per togliere residui di cibo questo è già un ottimo inizio per un'efficiente sbiancamento dei denti fai da te.

Altro importante accorgimento, anche se so che è, per alcune persone, il più difficile da rispettare, eliminare il peggior nemico per il bianco dei denti e non solo: il tabacco e il caffè, due cose delle quali purtroppo gli italiano sembra proprio non riescono a fare a meno. Le macchie prodotte da tabacco e caffè sono peraltro molto difficili da togliere. Altre bevande che macchiano sono il tè, il vino rosso.

Un piccolo rimedio per lo sbiancamento dei denti fai da te è, mangiare mele, fragole e sedano, hanno un effetto di pulizia di sbiancamento dei denti fai da te in modo assolutamente naturale. Cercate di evitare prodotti chimici e usate quelli naturali che usavano le vostre nonne, sono molto efficaci senza nuocere alla salute.

Antico come il tempo, il rimedio naturale più conosciuto è quello di un pizzico di bicarbonato di sodio aggiunto a un pizzico di sale da cucina da usare una volta a settimana come detergente o con lo spazzolino. Anche mangiare i broccoli previene la formazione di macchie provocate dal fumo e dal caffè, lo stesso vale anche per il succo di limone che ha un efficace effetto sbiancante.

Le macchie vanno prevenute, con un po’ di accorgimenti si possono evitare, sciacquare i denti sempre dopo qualsiasi pasto anche piccolo. Anche le foglie di salvia sono un ottimo rimedio, basta strofinarle. Evitare invece gli acidi contenuti nelle bibite gassate, rovinano lo smalto.

Altro rimedio naturale molto efficace per lo sbiancamento dei denti fai da te, è fare degli sciacqui con aceto di mele. L’acido acetico di cui è composto, sbianca lo smalto dei denti, e è un ottimo rimedio contro l’alitosi.

In commercio si trova un prodotto naturale che ha effetti interessanti, l’Aloe Vera un dentifricio che al posto dell’acqua ha succo di Aloe vera non pastorizzato e non filtrato a carboni, effettua una pulizia rivitalizzante del bianco dello smalto molto profonda.

Tecniche per Sbiancare dei denti devitalizzati in casa: pro e contro delle creme e delle paste fai da te meno nocivi

Sbiancare dei denti devitalizzati

Se vuoi provare a rendere i denti bianchi senza ricorrere a igienisti dentali, e quindi risparmiare, puoi ricorrere sia a metodi naturali che a prodotti di derivazione chimica. Il primo trattamento che ti consigliamo è quello di sfruttare paste dentifricie abrasive, che garantiscono una pulizia superficiale. Attenzione però a non eccedere con questo trattamento, perchè potresti rischiare di rovinare lo smalto.

Un altro consiglio che possiamo darti è quello di aiutare a smacchiarli utilizzando delle mascherine morbide, in silicone, nelle quali viene spalmato un gel: applicandole per un periodo di tempo ogni giorno, seguendo le indicazioni del tuo dentista, dopo una settimana inizierai ad ottenere effetti sorprendenti.

Rimedi naturali da adottare a casa: hai mai provato con il bicarbonato?

Se non vuoi ricorrere a sostanze chimiche, puoi provare i classici rimedi di una volta: c'è chi sfrutta il potere della salvia, da sfregare sullo smalto, oppure chi si spalma con polpa di fragole oppure con bucce di limone. Attenzione per a non eccedere con il trattamento, perchè potresti ottenere l'effetto opposto e dover ricorrere al medico per via del forte potere abrasivo di questi prodotti.

Ricorrere ai professionisti di igiene dentale: occhio a quello che mangiate per i denti devitalizzati

La cosa migliore, almeno la prima volta che pensi di effettuare lo sbiancamento dei denti fai da te, è quella di rivolgersi ad uno studio. Qui di solito vieni sottoposto ad un trattamento a base di agenti chimici, il cui effetto viene potenziato da lampade (principalmente a led), che permettono a queste sostanze di agire in profondità. Solitamente ti verrà somministrato un gel di perossido al 35-38%, che si andrà ad attivare proprio grazie all'intervento della luce, andando in profondità ad agire sulla pulizia del dente.

Estetica dentale low cost: la tentazione del turismo dentale per Sbiancare dei denti devitalizzati

Sbiancare dei denti devitalizzati

In tempi di crisi o difficoltà economia, si cerca sempre di risparmiare su tutto, specialmente su trattamenti che possono essere piuttosto costosi come ad esempio quelli di estetica dentale o lo sbiancamento dei denti fai da te. Il concetto di risparmio però deve sempre essere rapportato ad una prestazione professionale e di qualità.

Molto in voga, da sempre ma ancora di più nei tempi di difficoltà economica, è il turismo odontoiatrico. Olanda, Ucraina, Romania, Croazia sono solo alcuni dei paesi più ambiti come meta di vacanze turistiche per il restyling dentale, questi possono sembrare delle ottime alternative allo sbiancamento dei denti fai da te. La promessa di ritornare ad avere un sorriso smagliante, in tempi rapidi ed a poco prezzo è quasi sempre una mezza verità, che nasconde spesso il rischio di incorrere in danni che possono essere molto gravi, se non addirittura irreversibili.

Molto spesso, si rischia di essere "vittime" di organizzazioni che offrono allettanti pacchetti dentali ma, nella prativa, si avvalgono di personale, materiali ed attrezzature che non garantiscono l'efficacia dei trattamenti, oltre a applicare protocolli di igiene e disinfezione che non sono in linea con gli standard italiani in materia odontoiatrica. La legge italiana è infatti molto rigida per tutti i servizi che riguardano la salute e, purtroppo, non tutti i paesi applicano le stesse regole.

Sbiancare dei denti devitalizzati

Per contro bisogna dire che, sempre più frequentemente, molti dei dentisti che operano all'estero (in particolar modo in Olanda) hanno studiato in Italia e quindi sono professionalmente preparati. Ciò nonostante, nel caso di controlli post intervento o problemi, non avere un referente "vicino" a cui rivolgersi potrebbe risultare scomodo ed effettuare un viaggio all'estero per ogni controllo potrebbe diventare molto costoso.

Curare l'estetica dei denti "in casa"

In molti casi, infatti, dopo aver effettuato interventi "economici" all'estero, i pazienti si trovano costretti a ricorrere alle cure di uno specialità di estetica dentale italiano, se non addirittura ad affidarsi al Servizio Sanitario Nazionale, per far fronte ai piccoli o grandi problemi causati dall'intervento. Prima di partire per interventi miracolosi all'estero è dunque importante riflettere bene sul rapporto rischi-benefici e, forse, optare per uno specialista di estetica dentale italiano potrebbe rivelarsi l'opportunità complessivamente più conveniente, una alternativa vera e sicura allo sbiancamento dei denti fai da te.