Il mal di denti, è uno dei dolori più acuti che l'essere umano può provare. Ma spesso però, per timore di andare dal dentista, preferiamo sopportale tutto il dolore magari tenendolo a bada con degli anti-dolorifici. Ciò è dannoso per il nostro stomaco, gli antidolorifici danneggiano le mucose gastriche, nonché non risolutivo.

Quando un dente è danneggiato, sono molte le tecniche che è possibile usare le risolvere il problema. Ma soltanto andando da uno specialista, lo ripetiamo, il problema si può risolvere con soluzioni definitive e esteticamente ottimali.

Gli intarsi sono delle ricostruzioni in laboratorio di una parte sostanziale del dente che si è rotta per i motivi più vari: a causa di un cibo troppo duro, per disattenzione, a causa di traumi sui denti. A volte si ricorre all'intarsio dentale anche per sostituire grosse otturazioni antiestetiche perché realizzate con la vecchia amalgama, di colore scuro. Mentre l'intarsio dentale ormai avviene in materiale bianco.

Che differenza c'è tra intarsio dentale e otturazione?

intarsio dentale

Innanzitutto, l'innesto: l'otturazione è realizzata direttamente nella vostra bocca, dopo che il dentista ha eliminato la carie. L'intarsio dentale invece ha una procedura più lunga, perché vi è una prima fase che consiste nella presa dello stampo, e una seconda ossia la realizzazione della parte del dente mancante, ricostruita in laboratorio. Per piccole ricostruzioni dunque, l'otturazione può essere un ottimo metodo, sicuramente più veloce ed economico, ma per grandi restauri è necessario un intarsio dentale.

Il materiale usato

Esattamente come per le otturazioni, gli intarsi prima venivano fatto con materiali come amalgama o l'oro, molto costosi ma durevoli nel tempo, che tuttavia avevano un pessimo impatto estetico. Al giorno d'oggi i materiali sono sicuramente cambiati: oltre al fattore estetico che senza dubbio è diventato fondamentale, i nuovi materiali sono ottimi anche dal punto di vista della durata e non hanno nulla da invidiare al loro più prezioso collega.

I materiali dunque sono il composito o la ceramica. Un ulteriore aspetto positivo è che anche il colore bianco può essere modulato, dunque l'idea è quella di ottenere un dente lavorato irriconoscibile tra tutti gli altri. La totale assenza di metalli anche nel composito scongiura qualunque problema di allergia, perciò gli intarsi sono sicuri al 100%.

Il processo di restauro tramite intarsio dentale

Nella prima seduta, il dentista comproverà l'esigenza di eseguire un intarsio dentale e provvederà con la presa della forma attraverso un composto che vi applicherà sulla bocca per prendere il calco. Questo verrà inviato in laboratorio per la creazione dell'intarsio dentale. Nella seconda seduta dunque, l'intarsio dentale verrà applicato. Per fissarlo viene usato un cemento composito che oltre a stabilizzare l'intarsio elimina la possibilità di infiltrazioni batteriche. Il dente si fisserà in modo permanente e senza linee visibili.

intarsio dentale

Perché optare per un intarsio

L'intarsio dentale è senza dubbio un ottimo prodotto dentistico. Innanzitutto è praticamente impossibile da rompere, dunque durerà per tutta la vita. Inoltre come abbiamo già affermato è esteticamente ottimale sia per forma che per colore. L'assenza di metalli fa sì che anche la sua trasparenza sia uguale a quella di tutti gli altri denti, cosa che per altro favorisce l'agganciamento con la parte sana del dente. E' realizzato con materiali totalmente biocompatibili, dunque non può causare allergie, irritazioni o altro; protegge e sfrutta il vostro dente sano, senza bisogno di rimuovere nessuna parte perfettamente sana.

L'unica pecca, è sicuramente quella del prezzo. Parliamo di circa 200 euro. Tuttavia pensate che una otturazione, nel caso si sostituisca all'innesto sicuramente non sarà altrettanto esteticamente gradevole né duratura, dopo al massimo 8-10 anni dovrete rifarla. Dunque, considerando che l'intarsio dentale vi durerà tutta la vita, vale sicuramente la pensa di aggiungere 70-80 euro, ma spenderli una sola volta e risolvere per sempre il vostro problema.

Perché ricorrere a l'implantologia e all'intarsio dentale?

Il viso è generalmente considerato come una delle parti più importanti del corpo. E' la nostra copertina, quello che tutti vedono a prescindere da abito ed accessori. Curare il nostro viso è di importanza capitale per stare bene anche con noi stessi. E' il nostro marchio, la nostra identità, l'immagine in cui ci riconosciamo nello specchio e che ci fa capire se stiamo bene o siamo stanchi e stressati.

Uno dei punti più importanti del nostro viso è sicuramente la bocca: può dire tanto del nostro umore agli altri, sia a chi ci conosce bene che a chi è un attento osservatore. Angoli in su o in giù delle labbra sono indicatori di felicità o tristezza. Importantissimo, ovviamente il sorriso. Può trasmettere sicurezza, apertura, voglia di fare, forza. Alla luce di tutto questo, è sicuramente fondamentale prendersene cura.

intarsio dentale

L'implantologia è una di quelle tecniche che hanno migliorato sensibilmente la qualità della vita di molte persone. Immaginate una persona che abbia perso uno dei denti davanti e non si senta fiduciosa del proprio sorriso. Una perdita emotiva molto grande. Questo sistema può sicuramente cambiare la vita e ridonargli sicurezza. L'implantologia è una branca dell'odontoiatria che permette di introdurre nel paziente protesi fisse ottime sia dal punto di vista estetico che funzionale attraverso operazioni non invasive. Oggigiorno grazie alla ricerca, l'implantologia è permessa anche in casi di assottigliamento dell'osso, dopo una cura mirata proprio alla sua ricostituzione.

Le fasi del processo

Vi sono due tipi di impianti, quelli one stage e quelli two stage. Nei primi il perno inserito nella mandibola viene subito unito alla protesi dentaria, seppur in modo provvisorio, per dare il tempo ai tessuti di guarire e cicatrizzare correttamente. Nel secondo caso, invece, e dunque nei processi two stage, il perno viene inserito e si aspetta una quantità congrua di tempo, che può variare dai due mesi per l'arcata inferiore ai 3-4 mesi per quella superiore, e successivamente, una volta avvenuta la completa guarigione dei tessuti, viene inserita la protesi in modo fisso e stabile. Naturalmente la fase dell'intervento vero e proprio viene seguita da una serie di controlli che mirano a stabile la forma e la dimensione del dente che verrà creato nel laboratorio dentistico. Parliamo dunque di almeno una radiografia e della presa dell'impronta dentaria.

intarsio dentale

L'impianto può essere fatto sia per la sostituzione di un solo dente che per quella di molto denti. Nel caso di un solo dente, il perno inserito sarò naturalmente uno solo. Più complessa la questione in caso di mancanza di più denti, dove comunque si mira ad inserire un tot di perni di numero inferiore rispetto a quelli dei denti mancanti ma che comunque mantengano i denti totalmente fissi e funzionali. Ad esempio è possibile inserire quattro denti con solo due perni, o addirittura cinque con tre perni. Queste scelte vengono fatte dal vostro dentista a seconda della situazione gengivale e ossea. Un altro aspetto che bisogna sapere è che l'implantologia risulta più facile e breve per operazioni di inserimento nell'arcata inferiore e un po' più lunga ed impegnativa nell'arcata superiore perché l'osso è fisiologicamente più sottile. Inoltre nei pazienti non fumatori e giovani, la guarigione del perno è ancora più rapida.

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Numerazione dei denti: in cosa consiste? Vediamolo insieme

la numerazione dei denti

E' capitato a tutti di dover passare qualche volta da uno specialista per poter effettuare non solo un semplice controllo, ma purtroppo per l'estrazione o la cura di un dente. Tuttavia, come ben sappiamo, i denti presenti nella nostra bocca sono diversi per tipologia e funzione. Come è possibile che questi professionisti possano ricordarsi quale sia quello da curare con certezza e senza possibilità di errore?

Apicectomia dentale, quali i costi per questo intervento

apicectomia dentale

Sebbene ormai i controlli dentistici periodici sono diventati un’abitudine per moltissime persone, può capitare che delle problematiche, anche serie, possano sempre presentarsi e costringere ad effettuare interventi urgenti oppure molto invasivi. Tuttavia, queste urgenze tendono ad essere meno probabili se un individuo comincia sin da ragazzo ad avere una corretta igiene orale e a fare, come abbiamo detto, controlli periodici presso il proprio dentista.