Può succedere di percepire la sensazione dei denti che si muovono o che oscillano sotto una piccola pressione della lingua o durante la masticazione del cibo; è vero che i denti che si muovono non hanno una posizione fissa così come l’osso, e anche se si presentano sotto una perfetta salute, si muovono, ma attenzione perché allo stesso tempo, sottovalutare la continua sensazione che i denti si muovono potrebbe portarvi ad incorrere in una patologia in quanto la mobilità dentale è la conseguenza della cosidetta malattia parodontale.

L’igiene orale al centro di ogni patologia

Nel momento in cui la mobilità dentale risulta leggera è normale in quanto è fisiologica, ma nel momento in cui le gengive risultano rosse e infiammate e i denti che si muovono in maniera molto percepibile, allora si è riscontrata la patologia della paradontite. La paradontite, per l’appunto, è una vera e propria infiammazione polimicrobica che si sviluppa in modo completamente asintomatico, ecco il vero motivo per cui migliaia di persone sottovalutano la sensazione dei denti che si muovono.

La paradontite è un infiammazione cui il sintomo principale sono i denti che si muovono, le gengive rosse, irritate e sanguinanti. Tale infiammazione è dovuta prettamente da una scarsissima igiene dentale e quindi tartaro e placca non eliminati correttamente che generano delle tasche parodontali, quindi dei veri e propri scollamenti del margine gengivale. Se questa patologia non viene presa in tempo può sviluppare un infezione ancora più grave che porta alla scopertura dei “colletti dentali” e quindi al riassorbimento osseo e quindi alla perdita dei denti.

Denti che si muovono: in quanto tempo cadono? Le cause

E’ chiaro che trascurare l’igiene orale, o peggio ancora, la gengivite, può causare un abbassamento delle gengive stesse e quindi la formazione di queste particolari tasche parodontali, le cause principali sono in primis la scarsissima igiene orale, seguono i pochissimi controlli di routine dal dentista, una pulizia errata, delle condizioni genetiche ereditarie e l’eccesso di fumo, di alcool.

Nel momento in cui il singolo dente comincia a perdere sostegno dal parodonto, comincerà a muoversi secondo tre principali gradi:

  • Grado 1, il dente, se sollecitato, si muove fino al massimo di un millimetro di oscillazione
  • Grado 2, anche qui se viene sollecitato si muoverà fino ai due millimetri di oscillazione
  • Grado 3, il dente presenterà dei movimenti anche di tipo verticale

E’ ovvio che con il terzo grado il dente perderà tutta la sua stabilità senza riuscire a svolgere al meglio le sue funzioni e purtroppo la conseguenza è la rimozione.

Cure, rimedi della piorrea

Denti che si muovono

Molto spesso, quando la sensazione dei denti che si muovono è accentuata, vuol dire che la parodontite si trova già ad uno stadio molto avanzato; in questo caso i dentisti il più delle volte, suggeriscono di attendere che il dente caschi da solo oppure suggeriscono di procedere all’estrazione e, se si desidera, all’impianto dentale. Per raggirare il problema è bene sapere che esistono dei rimedi che permettono di prevenire tutto questo partendo dapprima che la patologia di sviluppi e quindi partendo a curare la gengivite e

Vediamo dunque alcuni interessantissimi rimedi e suggerimenti per trattare la Parodontite e prevenire così l’evenutale estrazione del dente ormai morto:

  • Almeno una volta all’anno è bene sottoporsi ad una visita medita odontoiatrica, ricordiamo infatti che la parodontite è una patologia che avanza silenziosamente e sicuramente un professionista come il dentista saprà rilevare subito il problema e prescrivervi subito il trattamento.
  • Uno spazzolino con setole morbide è un ottimo rimedio che non peggiora il caso di eventuali gengive infiammate, classico sintomo di una gengivite in corso.
  • Limitare tutte le sostanze irritanti e tossiche, come alcool e fumo ad esempio.
  • Utilizzare sempre un colluttorio ad azione antisettica ideale per alleviare il dolore causato dalla parodontite.
  • Lavarsi sempre dopo ogni pasto, ricordate di attendere almeno 30 minuti dopo aver mangiato.

La miglior cura per i denti che si muovono è la prevenzione!

Denti che si muovono

E’ ovvio che la miglior cura, anche quando si parla di denti, è la prevenzione! Prevenire la parodontite e quella terribile sensazione dei denti che si muovono è possibile! Basta seguire le classiche regole di una corretta igiene orale, come ad esempio lavare sempre i denti, almeno tre volte al giorno, dopo ogni pasto è il rimedio giusto che permette di prevenire la formazione di batteri nel cavo orale!

Andare dal dentista e sottoporsi ad una pulizia goni 6 o 12 mesi è essenziale per rimuovere correttamente la placca e il tartaro, i pricipali responsabili della parodontite. Utilizzare gli strumenti messi a disposizione per migliorare la pulizia dei denti, come ad esempio il filo interdentale, necessario a rimuovere tartaro tra un dente e l’altro. Utilizzare il tempo necessario, almeno due minuti, a spazzolare i denti che si muovono è uno dei rimedi più utili alla prevenzione di patologie come appunto la piorrea o come la gengivite!